Nutrite la vista: cibo per la salute degli occhi

L’occhio ha delle esigenze, affinchè possa mantenere la sua funzionalità.
Spetta a noi, con l’aiuto dell’alimentazione e di scelte consapevoli, proteggerlo dai fattori di rischio come l’inquinamento o le luci artificiali.

Scegliere cibi giusti protegge l’occhio dalle conseguenze di una miopia forte, aiuta a prevenire problemi come cataratta o glaucoma ma anche ad evitare peggioramenti. Evitate dunque in prima battuta cibi che contengano grassi saturi in eccesso (che possono influire negativamente sulla microcircolazione dell’occhio) e tenete sempre sotto controllo il bilancio degli zuccheri, per prevenire il glaucoma.

Gli antiossidanti sono fondamentali per la prevenzione dell’invecchiamento precoce del nostro occhio, così come l’idratazione, ma anche vitamine e minerali che proteggono la funzionalità dei coni e bastoncelli (due tipi di cellule presenti nella retina). Ma scendiamo nello specifico:

Antiossidanti: potete trovare gli antocianosidi (utili per l’adattamento delle condizioni di luce e migliorano la circolazione retinica prevenendone la degradazione) in frutti di bosco, cavolo rosso, uva nera; e i bioflavonoidi (proteggono i vasi sanguigni dai danni di diabete e ipertensione) in agrumi, aglio, cipolla, frumento, uva e frutti di bosco.
Omega 3: favoriscono l’acuità visiva e, nel feto, lo sviluppo della retina. Li trovate, ad esempio, in: lino, canapa, chia, noci, alghe klamath.
Vitamine:
Provitamina A: aiuta a ricostruire la cornea e la congiuntiva in caso di abrasioni, previene la secchezza delle palpebre e cornea e l’opacità del cristallino. (es: albicocche, cachi, carote, cavoli, meloni, verdure a foglia)
Gruppo B: prevengono le infiammazioni del nervo ottico e neuriti, nonchè le cataratte, aiutano inoltre la riparazione dei tessuti. (es: cereali integrali, legumi, verdure a foglia, lievito alimentare, semi oleosi)
Vitamina C: antiossidante, previene le emorragie e aiuta la cicatrizzazione dei tessuti (es: agrumi, cavoli, frutti di bosco)
Vitamina E: previene cataratte e maculopatie degenerative (es: semi oleosi, olio extravergine, avocado)
Minerali:
Magnesio e potassio per prevenire la secchezza oculare, lacrimazione, fotosensibilità, mal di testa, visione annebbiata (es: fave, soia, fagioli, ortaggi a foglia verde, avena, riso e semi oleosi)
Manganese e zinco per ridurre il rischio di degenerazione maculare (es: grano avena avocado, verdure a foglia, semi oleosi).
Selenio: protegge le cellule dall’invecchiamento e lo trovate nelle noci del Brasile e in alcune coltivazioni di patate. (dipende dal terreno)
Zolfo: previene alcuni tipi di maculopatia, aiuta la cicatrizzazione dei tessuti. (es: cavoli in genere, aglio, cipolla, porro)
Potete dunque portare a tavola tutti gli ortaggi colorati, puntando sulla varietà e stagionalità, condendo con olio extravergine (sopratutto i cibi contenenti carotenoidi e vitamina E, liposolubili) e poco sale. Per insaporire potete utilizzare invece piccole aggiunte di lievito alimentare, ricco di vitamine e minerali.Fonte: Vita lega & Salute
torna su