Venti minuti al giorno immersi nella natura è una pillola anti-stress Questa la dose efficace, basta stare in un parco urbano

In caso di stress la 'pillola' giusta consiste in almeno 20 minuti al giorno a contatto con la natura in un parco urbano o ovunque sia possibile stabilire stare nel verde. Secondo lo studio pubblicato sulla rivista Frontiers in Psychology una simile esperienza è sufficiente a ridurre il principale ormone dello stress, il cortisolo.

"Sapevamo che trascorrere del tempo immerse nella natura ha effetti anti-sterss, ma finora non era noto in quali 'dosi' e in che maniera 'assumere' il contatto con la natura", afferma MaryCarol Hunter, della University of Michigan che ha condotto il lavoro. "Il nostro studio mostra che i risultati maggiori si ottengono trascorrendo da 20 a 30 minuti seduti o passeggiando in qualsiasi luogo che ci trasmetta il senso di vicinanza alla natura".

La ricerca è stata condotta su un gruppo di volontari che per otto settimane hanno dovuto trascorrere del tempo in luoghi naturali, come un parco, ma senza fare sport, conversare con amici o svolgere altre attività che possono già di per sé avere un'influenza sullo stress. Ai volontari è stata misurata a più riprese la concentrazione del cortisolo nella saliva. È emerso che l'ormone diminuisce a partire dai 20 minuti trascorsi a contatto con la natura; la concentrazione cala in proporzione al tempo trascorso fino a un calo massimo a 30 minuti di immersione nella natura.

"I clinici possono usare i nostri risultati come regola basata sull'evidenza per stabilire come prescrivere il contatto con la natura" - afferma Hunter. "Il nostro studio fornisce le prime stime di come l'esperienza a contatto con la natura impatti sui livelli di stress nel contesto della normale vita quotidiana". 
 ANSA
torna su