Chirurgia rifrattiva - Laser Lasik

La vista è fra gli organi di senso uno dei più importanti. Senza dubbio il suo decadimento interessa gran parte delle persone nel corso della vita. Quando arriva questo momento, la migliore consolazione è sapere di essere seguiti dai migliori professionisti che si possano prendere cura dei tuoi occhi.

Presentazione sulla chirurgia rifrattiva di Roberto Volpe Leggi tutto

Come correggere la miopia, l'astigmatismo, l'ipermetropia

Alcuni dei problemi oculari più comuni e che prima o poi si manifestano sono quelli refrattivi che si producono quando l'occhio non è capace di proporzionare una buona immagine a causa di una alterazione di tipo ottico.
Per questo motivo è importante sapere come si correggono e cosa si deve fare in ogni caso concreto.
Miopia: l'occhio miope vede bene gli oggetti vicini, ma percepisce con difficoltà quelli lontani.
Ipermetropia: gli ipermetropi hanno una percezione offuscata degli oggetti vicini, ma possono vedere piuttosto bene per lontano, compiendo uno sforzo muscolare tutto interno all'occhio, che può dare sintomi di affaticamento anche marcato.
Astigmatismo:una persona astigmatica percepisce una visione deformata delle cose sia lontane che vicine. Solitamente è associato alla miopia o all'ipermetropia.

Fino a pochi anni fa, la miopia, l'ipermetropia e l'astigmatismo si potevano corregere solo utilizando occhiali o lenti a contatto. Senza dubbio i progressi nelle diverse tecniche di chirurgia rifrattiva di cui disponiamo, ci permettono attualmente di trattare qualsiasi difetto in maniera efficace e sicura. I problemi refrattivi si manifestano in maniera diversa e richiedono un trattamento personalizzato. Se si esegue un trattamento specifico per ogni singolo caso, il risultato sarà garantito ed il recupero visivo immediato.

Visita Pre-operatoria

testo tratto da chirurgiarifrattiva.info

La Visita preoperatoria rappresenta la parte fondamentale che deve precedere qualsiasi intervento di chirurgia rifrattiva.
Tramite il colloquio con il Paziente (Anamnesi) vengono raccolte informazioni che consentono di stabilire le motivazioni all'intervento e l'eventuale presenza di controindicazioni. Capire bene le aspettative del paziente e spiegare bene tutti i tempi dell'intervento e dei controlli necessari nel post-operatorio, sono tempi fondamentali per evitare false notizie acquisite in modo superficiale ed incompleto.

Dopo il colloquio viene effettuata una Visita Oculistica che deve comprendere: Importante non mettere le lenti a contatto per un lungo periodo prima di effettuare gli esami pre-operatori sopra descritti.
Al termine della visita, nel caso in cui il Paziente venga giudicato idoneo, viene consegnato il Consenso Informato che il Paziente deve leggere con attenzione e consegnare compilato e firmato il giorno dell'intervento.

Quando non è possibile un trattamento con il laser ad eccimeri?

Premessa indispensabile per il trattamento con il laser ad eccimeri è un difetto di refrazione stabile: negli ultimi anni devono essere state usate lenti per occhiali o a contatto dello stesso potere.
La correzione dell'ipermetropia e dell'astigmatismo sono possibili entro certi limiti con il laser ad eccimeri.
In tutti e due i casi non viene raggiunta la stessa precisione come nella miopia.
Nel caso di una miopia molto forte (più di -9 diottrie) si può inserire una lente intraoculare.
Questa possibilità deve venir discussa da caso a caso.
Un trattamento con il laser ad eccimeri non è indicato nei soggetti affetti da malattie reumatologiche e/o autoimmuni.
E' importante informare il chirurgo di eventuali terapie in corso o pregresse (per esempio cortisone).
Nel caso di gravidanza o di allattamento l'intervento deve essere rimandato.
Dato che una stabilità dell'acuità visiva viene raggiunta dopo i vent'anni, interventi sotto questa età sono possibili solo in casi eccezionali.
In caso si dovesse prendere in considerazione un trattamento con il laser ad eccimeri per rientrare nelle norme richieste per un pilota civile o militare, dobbiamo far notare che la terapia con laser ad eccimeri è riconosciuta solo in alcuni casi.

Video - intervento di correzione della miopia

Video - intervento di correzione dell'Astigmatismo

Local anaesthesia for ophthalmic surgery

INTERVISTA CONGRESSO SOI

ZEISS AngioPlex - Prima Installazione in Italia

L'Angiografia OCT senza mezzo di contrasto(dynless) è un'innovativa tecnologia di imaging che permette di visualizzare in modo eccellente la vascolarizzazione corioretinica. Durante un comune esame oct si può osservare la rete vascolare superficiale e profonda ed arrivare alla diagnosi prima di qualsiasi altro esame strumentale. Questa tecnologia si sta sviluppando a grandi passi sostituendo in gran parte l'esame fluoroangiografico che necessita di mezzo di contrasto. Le immagini che l'angiografia oct dynless permette, offrono la possibilità di fare diagnosi precoce nelle maculopatie retiniche e nel glaucoma, anticipando l'instaurarsi del danno strutturale e permettendo di intervenire con la terapia più adeguata in modo mirato. Angioplex Zeiss è il primo AngioOCT ad aver avuto l'approvazione dalla FDA in USA. Principi tecnologici e imaging degli Angio-OCT sito ufficiale zeiss

Cerca nel sito...