ChatGPT e operatori sanitari, match pari

ChatGPT e operatori sanitari, match pari

BY: Popular Science; 18 luglio Marco Landucci

Le risposte alle domande sullassistenza sanitaria rivolte a ChatGPT sono quasi indistinguibili da quelle fornite dagli esseri umani. A mostrarlo uno studio condotto da ricercatori della NYU Tandon School of Engineering, secondo il quale le chatbot possono essere alleate efficaci della comunicazione tra operatori sanitari e pazienti. I risultati dello studio sono stati pubblicati da JMIR Medical Education.

Il team ha sottoposto a 392 persone dai 18 anni in su dieci domande e risposte dei pazienti: la met delle risposte erano state fornite da un operatore sanitario umano e laltra met dal sistema ChatGPT. Ai partecipanti stato chiesto di identificare la fonte di ogni risposta e valutare la fiducia nelle risposte, utilizzando una scala a cinque punti: da totalmente inaffidabile a totalmente affidabile.

Lanalisi delle risposte ha mostrato che le persone hanno una capacit limitata di distinguere tra chatbot e risposte generate dalluomo. In media, infatti, i partecipanti hanno identificato correttamente le risposte del chatbot il 65,5% delle volte e quelle fornite dalloperatore fisico nel 65,1% delle volte. I risultati non variavano in base alle differenze demografiche degli intervistati.

A livello di fiducia, invece, i partecipanti hanno creduto in ChatGPT, con un punteggio di 3,4 alle risposte date, a livello di affidabilit.

Le risposte ritenute pi credibili sono state quelle alle domande sulla logistica, seguite dalle risposte a domande su cure preventive, come vaccini e screening oncologico. I consigli diagnostici e terapeutici, invece, hanno ottenuto i punteggi di fiducia pi bassi.

Fonte: JMIR Medical Education 2023
torna alla pagina precedente
torna su