Presentazione domanda pensione Inps: le istruzioni per i medici professionisti

Presentazione domanda pensione Inps: le istruzioni per i medici professionisti

BY:PREVIDENZA | REDAZIONE DOTTNET | 03/09/2023 20:43

L'Ente nellambito dei progetti finalizzati alla realizzazione del Piano operativo ha incluso il progetto per la realizzazione dell "Hub di accesso alle prestazioni pensionistiche".

A differenza dei medici Enpam, i quali, con un minimo di dimestichezza con computer e password, possono tranquillamente presentare online completamente da soli le proprie domande di pensione, i medici iscritti allInps, pur potendo teoricamente fare lo stesso, data la complessit delle azioni loro richieste, si affidano quasi tutti ai patronati, ai sindacati ovvero si recano personalmente nelle sedi dellIstituto.

Ma questa situazione destinata a cambiare velocemente, almeno nelle intenzioni dellInps, che sta mettendo mano ad una poderosa operazione di semplificazione, avvalendosi di un progetto finanziato con i fondi del PNRR.

LInps comunica che, nellambito dei progetti finalizzati alla realizzazione del Piano operativo, stato incluso il progetto per la realizzazione dell "Hub di accesso alle prestazioni pensionistiche". Il progetto ha lobiettivo di agevolare e semplificare la presentazione della domanda di pensione, anche attraverso la precompilazione di alcuni dati, di gestire in maniera integrata e sempre pi automatica la liquidazione delle prestazioni pensionistiche e di indirizzare i pagamenti in modo corretto e tempestivo.

Con il messaggio n. 2427 del 28 giugno 2023, lInps ha dunque comunicato di aver avviato un nuovo servizio sperimentale per la presentazione delle domande di pensione di vecchiaia. In sostanza, allavvicinarsi dellet pensionabile lIstituto avviser gli iscritti della possibilit di presentare la domanda di pensione. Si tratta di un progetto pilota che in questa prima fase coinvolger un campione di circa 5000 assicurati, sia presso la Gestione privata, sia presso la Gestione pubblica e che, in caso di esito positivo, sar poi esteso allintera platea degli iscritti Inps.

Gli interessati saranno contattati dallIstituto con le seguenti modalit:

se liscritto ha unet pari o superiore a 66 anni e 9 mesi, non ancora in pensione, e, secondo gli archivi Inps, entro i 67 anni sar in possesso del requisito minimo dei 20 anni di contribuzione, gli sar inviata una comunicazione che lo invita ad accedere alla propria area personale per il completamento della domanda di pensione precompilata, resa gi disponibile dallIstituto;
quando liscritto compie 65 anni, nel mese di raggiungimento di tale et gli sar inviata una comunicazione personalizzata contenente lestratto conto dei contributi e tutte le indicazioni per segnalare eventuali errori o incongruenze.
A questi assicurati, spiega lInps, verr inoltrata una lettera cartacea (quindi non ci sono dubbi sul fatto che gli interessati ne prenderanno visione, salvo i sempre possibili disguidi postali). La lettera, comunque, vista la sempre maggiore digitalizzazione degli adempimenti dellIstituto, sar notificata anche sullApp IO e nellarea "MyInps" del portale dellistituto. Nella lettera, i destinatari troveranno il percorso da seguire per raggiungere la propria domanda precompilata, per i pi informatizzati anche mediante lutilizzo di un QR code, e lestratto contributivo posto a base del calcolo della pensione.

Se liscritto ha reso disponibile per lInps il proprio recapito cellulare, non ci sar davvero possibilit di perdersi la comunicazione, perch lIstituto trasmetter un messaggino per informarlo dellavvenuto invio.

Se poi gli interessati sono totalmente allergici ai computer, oppure desiderano informazioni aggiuntive non reperibili dal sito, potranno recarsi nella sede Inps di rispettiva competenza per sciogliere ogni dubbio. LIstituto informa infatti che, proprio al fine di garantire ai soggetti coinvolti unattivit di consulenza personalizzata, saranno inviati alle Direzioni regionali e di coordinamento metropolitano gli elenchi dei nominativi interessati da questa attivit.
torna alla pagina precedente
torna su