Ogni anno nel mondo 12 milioni di persone vengono colpite da ictus, ma ben il 90% dei casi potrebbe essere evitato

Ogni anno nel mondo 12 milioni di persone vengono colpite da ictus, ma ben il 90% dei casi potrebbe essere evitato

Ogni anno nel mondo 12 milioni di persone vengono colpite da ictus, ma ben il 90% dei casi potrebbe essere evitato

Il 29 ottobre la Giornata mondiale contro lictus cerebrale. Andrea Vianello, Presidente di Alice. Italia Odv: di fondamentale importanza che tutti i cittadini siano consapevoli che i fattori di rischio   da soli e ancora di pi in combinazione tra loro, aumentano il rischio di essere colpiti da ictus cerebrale. 
Si tratta di una patologia che, come tutte le malattie cardiovascolari e i tumori, pu essere causata dalla concomitante azione di pi fattori, come appunto ipertensione arteriosa, obesit, diabete, fumo, sedentariet ed alcune anomalie cardiache e vascolari.

Principale causa di disabilit nel mondo, lictus cerebrale colpisce, ogni anno, pi di 12 milioni di persone ma fondamentale sapere che fino al 90% di questi casi potrebbero essere evitati, correggendo quelli che sono i principali fattori di rischio. 
In occasione della Giornata Mondiale 2023 contro lictus cerebrale, che si celebra come ogni anno il 29 ottobre, la World Stroke Organization lancia il tema #PiuFortidellIctus (#GreaterThanSktroke) per ribadire che ben 9 ictus su 10 potrebbero essere prevenuti grazie a stili di vita adeguati, seguendo una alimentazione corretta, bilanciata e sana come quella prevista dalla dieta mediterranea, astenendosi dal fumo, controllando pressione arteriosa, colesterolo, glicemia e fibrillazione atriale oltre che limitando il consumo di alcol.

Lictus un evento traumatico, improvviso e inatteso dichiara Andrea Vianello, Presidente di A.L.I.Ce. Italia Odv (Associazione per la Lotta allIctus Cerebrale) e nuovo Direttore Generale di San Marino RTV. La nostra Associazione da sempre impegnata in attivit di sensibilizzazione e informazione, perch di fondamentale importanza che tutti i cittadini siano consapevoli che i fattori di rischio, da soli e ancora di pi in combinazione tra loro, aumentano il rischio di essere colpiti da ictus cerebrale. 
Si tratta di una patologia che, come tutte le malattie cardiovascolari e i tumori, pu essere causata dalla concomitante azione di pi fattori, come appunto ipertensione arteriosa, obesit, diabete, fumo, sedentariet ed alcune anomalie cardiache e vascolari.

Piu Forti dellIctus fornisce un messaggio positivo sulla prevenzione dellictus: tutti noi abbiamo un ruolo attivo e da protagonisti e agire ci che pu fare la differenza, che si tratti di decisioni politiche governative che rendano i servizi pi accessibili o semplicemente delle scelte quotidiane che facciamo come singoli, partendo proprio dallindividuare le condizioni sulle quali possiamo intervenire, grazie a opportune modifiche nel proprio stile di vita e curando alcune patologie che ne possono essere causa.

Lictus cerebrale, nel nostro Paese, rappresenta la terza causa di morte, dopo le malattie cardiovascolari e le neoplasie. 
Quasi 100.000 italiani ne vengono colpiti ogni anno e la met dei superstiti rimane con problemi di disabilit anche grave. In Italia, le persone che hanno avuto un ictus e sono sopravvissute, con esiti pi o meno invalidanti, sono oggi circa 1 milione, ma il fenomeno in crescita sia perch si registra un invecchiamento progressivo della popolazione sia per il miglioramento delle terapie attualmente disponibili.

25/10/2023  Fonte panorama della Sanit
torna alla pagina precedente
torna su