La salute del cuore passa dalla bocca

La salute del cuore passa dalla bocca

Scopriamo come prevenire e gestire le endocarditi, infezioni cardiache che possono originare da batteri presenti nella bocca. Ecco le linee guida della Societ Europea di Cardiologia

La salute del cuore strettamente legata a quella della bocca. A confermarlo sono le nuove Linee guida della Societ Europea di Cardiologia sulla profilassi delle endocarditi, infezioni del rivestimento interno delle strutture del cuore, che in molti casi possono originare proprio da batteri presenti nella bocca. Scopriamo come prenderci cura al meglio della nostra bocca per un cuore in salute-

IL LEGAME BOCCA-CUORE
L'endocardite uninfezione dell'endocardio, il rivestimento pi interno delle cavit e delle valvole cardiache. 
una condizione rara che colpisce circa 14 persone ogni 100.000, ma rappresenta una sfida importante per la salute pubblica. 
Si verifica quando dei microorganismi, soprattutto batteri, a partire da zone del corpo lontane come ad esempio la bocca, si dirigono verso il cuore attraverso il flusso sanguigno e infettano valvole o tessuti gi danneggiati.
In molti casi di endocardite - spiega il dottor Carlo Clauser, esperto della Societ Italiana di Parodontologia e Implantologia (SIdP) - la porta di ingresso dei microbi nel sangue stata la bocca. 
Molte endocarditi sono causate da streptococchi del gruppo viridans che stanno normalmente sui denti e sulle gengive e che possono entrare in circolo nel sangue attraverso manovre come estrazioni dentali, chirurgia odontoiatrica, terapie canalari e scaling ovvero pulizia professionale dei denti. 
Ma i batteri della bocca - aggiunge - possono arrivare nel sangue anche per via di manovre di igiene fatte in casa, cos come quando usiamo il filo interdentale o se si spazzolano troppo forte i denti. Questo si acuisce se si soffre di gengiviti.

I SOGGETTI A RISCHIO
Negli individui sani il cuore solitamente protetto dalle infezioni, mentre determinate condizioni aumentano notevolmente il rischio di endocarditi.
I pazienti a rischio - precisa Clauser - sono, fra gli altri, tutti coloro che hanno gi avuto un'endocardite in passato, o quelli che hanno subito sostituzione di valvole cardiache, persone che hanno avuto una protesi valvolare impiantata attraverso catetere, chi soffre di cardiopatie congenite cianotiche o ha avuto trapianto di cuore.

CONSIGLI UTILI
Ecco alcune delle raccomandazioni ufficiali della Societ Europea di Cardiologia (Esc) per prevenire le endocarditi prendendosi cura della propria bocca. 
fondamentale spazzolare i denti due volte al giorno, eseguire una pulizia professionale sottogengivale e un controllo dal dentista almeno due volte l'anno per pazienti a alto rischio e una volta l'anno per tutti gli altri.

Anche chi non a rischio, per, non dovrebbe sottovalutare il problema. Un 15% di endocarditi insorgono in pazienti non predisposti - aggiunge Clauser -, e quindi importante che tutti mantengano una buona igiene orale, perch se le gengive non sanguinano e non sono infiammate sono refrattarie alle infezioni batteriche. 
Al contrario una gengiva che sanguina una porta aperta per l'infezione, che in alcuni casi pu colpire il cuore. 

Fonte Fondazione Umberto Veronesi  30-10-2023
torna alla pagina precedente
torna su