EMA - Agenzia europea per i medicinali - risponde ad alcune domande sui Vaccini COVID-19 (fatti chiave - Novembre 2023).

EMA - Agenzia europea per i medicinali - risponde ad alcune domande sui Vaccini COVID-19 (fatti chiave - Novembre 2023).

LAgenzia europea per i medicinali (EMA) continua a monitorare la sicurezza dei vaccini contro il COVID-19 e a garantire che offrano protezione nellUnione europea (UE), anche se lemergenza sanitaria pubblica terminata. 

In questa pagina puoi trovare le risposte alle domande chiave sullefficacia e la sicurezza dei vaccini COVID-19 in generale, nonch sui vaccini mRNA in particolare. 

I vaccini proteggono ancora contro il covid?
 I vaccini contro il Covid-19 autorizzati nellUe continuano a prevenire malattie gravi, ospedalizzazioni e decessi legati al Covid-19.   

Il virus SARS-CoV-2 continua a cambiare, come fanno i virus quando si diffondono tra le persone nel tempo. Quando il virus diventa significativamente diverso dal virus originale, viene definito variante. 

Pertanto, i vaccini devono essere aggiornati regolarmente per colpire le future  varianti del virus e ampliare limmunit .

I vaccini COVID-19 vengono regolarmente aggiornati allo stesso modo dei vaccini antinfluenzali.

I vaccini antinfluenzali vengono adattati ogni anno in risposta alle varianti virali emergenti . Ci garantisce che le persone rimangano protette nel tempo, in particolare i gruppi vulnerabili .

LEMA prevede che le future campagne di vaccinazione contro il COVID-19 si svolgeranno  una volta allanno  nellUE utilizzando vaccini COVID-19 aggiornati, allinizio della stagione fredda.

Per ulteriori informazioni, vedere: 
Dichiarazione dell'EMA e dell'ECDC sull'aggiornamento dei vaccini COVID-19 per colpire le nuove varianti del virus SARS-CoV-2  (06/06/2023)
Le autorit di regolamentazione globali concordano la via da seguire per adattare i vaccini COVID-19 alle varianti emergenti  (30/05/2023)

Perch i vaccini contro il covid sono ancora necessari se lemergenza finita?

Nel maggio 2023 lOrganizzazione Mondiale della Sanit (OMS)  ha dichiarato la fine della fase di emergenza della pandemia.

Tuttavia, lOMS ha sottolineato che il COVID-19 rimane una minaccia per la salute .

Nuove varianti virali possono potenzialmente sfuggire al sistema immunitario del corpo  e causare infezioni, malattie gravi e persino la morte.

Il COVID-19 rappresenta ancora un onere per i sistemi sanitari e per le singole persone la cui immunit diminuita nel tempo. 

NellUe, le autorit nazionali degli Stati membri decideranno a chi dovrebbe essere offerta la vaccinazione contro il Covid-19 e quando, tenendo conto dei tassi di infezione, dei tassi di ospedalizzazione, dei rischi per le persone vulnerabili, della copertura vaccinale e di altri fattori. 

Chi decide le future campagne vaccinali?

NellUE, ogni Stato membro responsabile delle campagne di vaccinazione nel proprio territorio.

Le autorit sanitarie pubbliche di ciascun paese dellUE sviluppano campagne di vaccinazione basate sulla diffusione del virus  e sulla capacit del sistema sanitario .

Potrebbero continuare a esserci differenze tra il modo in cui i diversi paesi dellUE utilizzano i vaccini COVID-19 a loro disposizione. 

Le valutazioni dell'EMA forniscono una base scientifica per le campagne di vaccinazione nazionali. Descrivono il rapporto rischi/benefici di ciascun vaccino nelle diverse popolazioni studiate.

I benefici di tutti i vaccini COVID-19 autorizzati superano i rischi se utilizzati come descritto nelle informazioni sul prodotto .

Quante vite hanno salvato i vaccini?

Si stima che la vaccinazione contro il Covid-19 abbia salvato milioni di vite nellUE e oltre.

I ricercatori hanno stimato che il primo anno di vaccinazione contro il COVID-19 ha pi che dimezzato il numero di decessi dovuti a COVID-19 in tutto il mondo, evitando tra 14 e 20 milioni di morti.

Nel maggio 2022, lOMS ha stimato che ci fossero quasi 15 milioni di decessi in eccesso legati alla pandemia solo nel 2020 e nel 2021.  
La vaccinazione diffusa ha inoltre consentito la revoca dei lockdown e allentato la pressione sui sistemi sanitari, proteggendo le persone da malattie gravi e dallospedalizzazione.

Per ulteriori informazioni, vedere: 
The Lancet: Impatto globale del primo anno di vaccinazione contro il COVID-19: uno studio di modellizzazione matematica
Oms: 14,9 milioni di morti in eccesso associati alla pandemia di Covid-19 nel 2020 e nel 2021
OMS: dashboard del Coronavirus (COVID-19).


          Sicurezza vaccini

Dove posso trovare informazioni affidabili sugli effetti collaterali dei vaccini? 
Un elenco completo degli effetti collaterali associati a ciascun vaccino COVID-19 si trova nelle  informazioni sul prodotto del vaccino .  
LEMA e gli Stati membri dellUE monitorano continuamente le segnalazioni di sospetti effetti collaterali  dei vaccini COVID-19. Questo serve per rilevare eventuali nuovi problemi di sicurezza.

Gli effetti collaterali sospetti sono eventi medici segnalati dopo la vaccinazione da una persona vaccinata o dal suo operatore sanitario. Sono raccolti nel database UE dei sospetti effetti collaterali , EudraVigilance , e sono disponibili in un database pubblico: adrreports.eu .

Il fatto che un evento medico sia stato segnalato come sospetto effetto collaterale non significa che sia stato il vaccino a provocarlo.  

Nel valutare i dati, lEMA e gli Stati membri dellUE cercano eventuali modelli insoliti o inattesi, come un evento medico che si verifica pi spesso nelle persone vaccinate rispetto alla popolazione generale. Considerano anche altre fonti di prova, come studi e letteratura medica.

Se esiste almeno una ragionevole possibilit che un vaccino possa aver causato un sospetto effetto collaterale, ci viene incluso nelle informazioni sul prodotto del vaccino .
Le informazioni sul prodotto indicano anche la probabilit che si verifichi l'effetto collaterale e come ridurre il rischio. 

Per ulteriori informazioni, vedere:
Sicurezza dei vaccini COVID-19
EudraVigilance - Database europeo delle segnalazioni di sospette reazioni avverse ai farmaci 


L'EMA ha valutato affermazione secondo cui le morti in eccesso sono dovute alla vaccinazione?

LEMA esamina attentamente tutti i dati sulla sicurezza e pu confermare che non vi alcuna prova di un aumento dei decessi correlati alla vaccinazione COVID-19 in nessuna fascia di et.

I dati pubblicati da  Eurostat  hanno mostrato un aumento del numero di decessi in eccesso in molti paesi dellUE negli ultimi anni. Ci ha in gran parte coinciso con ondate di aumento delle infezioni da COVID-19 .

La letteratura medica mostra che linfezione da SARS-CoV-2 pu portare a gravi problemi di salute, come infarto e ictus, anche diverse settimane o mesi dopo linfezione.  

Le prove raccolte da centinaia di milioni di persone vaccinate confermano che il profilo di sicurezza dei vaccini COVID-19 autorizzati nellUE molto rassicurante.

La stragrande maggioranza degli effetti collaterali noti sono lievi e di breve durata . Possono verificarsi effetti collaterali gravi, ma sono molto rari.

Le segnalazioni di decessi successivi alla vaccinazione sono molto rare.

Durante le campagne di vaccinazione di massa, si prevede che alcuni decessi si verifichino subito dopo la vaccinazione. Ci non significa che il vaccino abbia causato la morte.

Gli operatori sanitari possono segnalare qualsiasi decesso avvenuto in seguito alla vaccinazione, anche se non noto se il vaccino sia stato la causa.

In casi del tutto eccezionali , stato confermato che i decessi sono stati causati da un vaccino.

Maggiori informazioni: 
Sicurezza dei vaccini COVID-19


LEMA ha valutato la sicurezza dei vaccini a lungo termnine?

I vaccini contro il COVID-19 sono stati utilizzati su centinaia di milioni di persone in tutto il mondo e sono soggetti a un intenso monitoraggio della sicurezza.  

I dati sulla sicurezza a lungo termine dei vaccini contro il Covid-19 sono molto rassicuranti.

Sono disponibili dati provenienti da studi condotti su migliaia di volontari  e da campagne di vaccinazione di massa  in tutto il mondo per pi di due anni.

Inoltre, il monitoraggio della sicurezza dei vaccini mostra che qualsiasi  effetto collaterale  si manifesta solitamente entro due mesi dalla vaccinazione . 

LEMA e gli Stati membri dellUE continueranno a monitorare attentamente la sicurezza dei vaccini COVID-19 nel lungo termine.
Cosa sappiamo del covid lungo?

Le prove scientifiche mostrano sempre pi che linfezione da SARS-CoV-2 pu portare a unampia gamma di sintomi a lungo termine , denominati COVID lungo.   Questo pu succedere anche nei giovani.

I sintomi includono danni agli organi a lungo termine, che possono persino portare alla morte diverse settimane o mesi dopo linfezione acuta iniziale. 

Esistono prove crescenti che le persone vaccinate che vengono infettate da SARS-CoV-2 hanno meno probabilit di riportare sintomi di COVID lungo rispetto alle persone non vaccinate, ma sono necessarie ulteriori prove per stabilire lentit di questo effetto.

Maggiori informazioni: 
The Lancet: Associazione tra infezione da SARS-CoV-2 e persistenza con COVID lungo
COVID lungo: principali risultati, meccanismi e raccomandazioni

I vaccini contro il covid sono sicuri in gravidanza?

Diversi studi hanno dimostrato che i vaccini anti-COVID-19 a RNA messaggero  ( mRNA) non causano complicazioni in gravidanza, n per le future mamme n per i loro bambini.

Al contrario, i vaccini contro il Covid-19 proteggono le future mamme e i loro bambini. 

I dati provengono principalmente da studi con i vaccini mRNA  Comirnaty e  Spikevax (precedentemente COVID-19 Vaccine Moderna)  su oltre 65.000 persone in varie fasi della gravidanza.

Gli studi non hanno mostrato alcun segno che i vaccini COVID-19 aumentassero il rischio di complicazioni durante la gravidanza, aborto spontaneo, parto prematuro o danni al feto. 

I dati hanno inoltre confermato che i vaccini hanno ridotto il rischio di ospedalizzazione e di morte per le donne incinte tanto quanto per le altre persone. 

Gli effetti collaterali nelle donne in gravidanza sono simili a quelli riscontrati in altre persone vaccinate. Sono per lo pi lievi o moderati e si risolvono entro pochi giorni. 

Nel frattempo, le persone infette da SARS-CoV-2 durante la gravidanza hanno maggiori probabilit di ammalarsi gravemente di COVID-19, soprattutto nel secondo e terzo trimestre.

Maggiori informazioni:
COVID-19: gli ultimi dati sulla sicurezza forniscono rassicurazioni sulluso dei vaccini mRNA durante la gravidanza  (18/01/2022)

I vaccini contro il covid sono sicuri durante lallattamento

I dati provenienti da molte migliaia di persone che hanno ricevuto un vaccino mRNA durante l'allattamento al seno non hanno riscontrato alcun rischio di effetti collaterali nei bambini allattati al seno .  

Ricerche recenti hanno rilevato piccole quantit di mRNA del vaccino nel latte materno durante le prime 48 ore dopo la vaccinazione, ma non successivamente.

Sebbene sia necessario ulteriore lavoro per comprendere la rilevanza di questi risultati, questa quantit di mRNA molto piccola e non si prevede che causi alcun problema di sicurezza. 

Esistono anche prove che le persone che allattano e che hanno ricevuto un vaccino mRNA hanno anticorpi contro il virus SARS-CoV-2 nel latte materno, che possono aiutare a proteggere il loro bambino dalle infezioni.

Maggiori informazioni: 
JAMA pediatria: Rilevazione di vaccini COVID-19 a RNA messaggero nel latte materno umano

Quanto sono sicuri i vaccini contri il covid nei bambini?

I vaccini contro il COVID-19 sono ben tollerati dai bambini, sulla base dei dati di milioni di bambini che sono stati vaccinati .  
Gli effetti collaterali sono generalmente lievi o moderati e scompaiono in pochi giorni, sulla base di prove reali e studi clinici  sui bambini.  

Casi molto rari di miocardite e pericardite (condizioni infiammatorie che colpiscono il cuore) si sono verificati in adolescenti e adulti dopo la vaccinazione con alcuni vaccini COVID-19. Questo rischio molto pi basso nei bambini di et compresa tra 5 e 11 anni.

Queste condizioni di solito si risolvono dopo il trattamento, come accade quando non sono correlate alla vaccinazione (ad esempio, a seguito di uninfezione da COVID-19).

LEMA continua a monitorare i dati sulla sicurezza nei bambini a lungo termine.

Com possibile che i vaccini RMA si siano sviluppati cos rapidamente?

La tecnologia utilizzata per sviluppare i vaccini mRNA contro il COVID-19 era gi stata ampiamente studiata da circa ventanni nella prevenzione di altre malattie infettive e nel trattamento del cancro .  

Diversi vaccini a mRNA contro malattie come linfluenza e il virus  Zika  erano gi stati testati in laboratorio, in studi su animali e nei primi studi clinici .  

Anche la ricchezza di conoscenze scientifiche sui virus della stessa famiglia del SARS-CoV-2 ha contribuito ad accelerare lo sviluppo del vaccino.   
LmRNA una molecola relativamente piccola e semplice che molto pi facile da produrre rispetto ai vaccini pi tradizionali. Ci significa che produrre vaccini a mRNA per sperimentazioni cliniche e quindi aumentare la produzione per campagne di vaccinazione di massa stato pi veloce di quanto precedentemente possibile con altre tecnologie. 

Maggiori informazioni:
Natura: vaccini a mRNA per malattie infettive: principi, somministrazione e traduzione clinica
Natura: la storia intricata dei vaccini a mRNA
Biblioteca nazionale di medicina degli Stati Uniti: progressi nello sviluppo del vaccino mRNA contro il COVID-19

Perch c bisogno delle nano particelle lipidiche nei vaccini mRNA?

Le nanoparticelle lipidiche sono piccole particelle di grasso utilizzate nei vaccini mRNA per aiutare l'mRNA a entrare nelle cellule umane.
Una volta iniettato il vaccino nel muscolo, le nanoparticelle lipidiche si fondono con la membrana cellulare, anch'essa costituita da lipidi (grassi).

Ci avviene principalmente nelle cellule immunitarie presenti attorno al sito di iniezione.
Le cellule immunitarie che contengono le nanoparticelle lipidiche e lmRNA si spostano poi nei linfonodi vicini , dove stimolano una risposta immunitaria. 

Le nanoparticelle lipidiche sono importanti anche per mantenere la qualit del vaccino durante la conservazione, ad esempio mantenendo stabile il vaccino e assicurandosi che i componenti del vaccino funzionino correttamente.  

Luso delle nanoparticelle lipidiche nei medicinali stato ampiamente studiato. Il primo medicinale che utilizza nanoparticelle lipidiche stato autorizzato nellUE nel 2018. 

Dove finiscono i componenti del vaccino nel corpo?

L'RNA messaggero (mRNA) un tipo di molecola che esiste naturalmente nel corpo e aiuta a produrre proteine .

Le cellule del corpo traducono le informazioni nella molecola di mRNA per produrre proteine specifiche. 

Studi sugli animali per  Comirnaty , in cui sono state utilizzate dosi di mRNA molto pi elevate rispetto al vaccino finale somministrato alle persone, hanno scoperto che lmRNA e le nanoparticelle lipidiche sono rimaste principalmente nel sito di iniezione e  nei linfonodi dove sono in grado di stimolare la risposta immunitaria.

In questi casi, stato dimostrato che solo piccole quantit di mRNA raggiungono altri tessuti, principalmente il fegato ma anche la milza, il cuore, i reni, i polmoni e il cervello.

I livelli di mRNA sono diminuiti nellarco di 6-9 giorni dopo liniezione, proprio come lmRNA prodotto dallorganismo.  

Per  Spikevax (precedentemente COVID-19 Vaccine Moderna) , sono stati condotti studi sugli animali utilizzando un vaccino mRNA simile a Spikevax.

I risultati hanno rilevato solo piccole quantit di mRNA nei tessuti oltre il sito di iniezione. Dopo 1-3 giorni, l'mRNA stato trovato solo nel sito di iniezione, nei linfonodi e nella milza. Sulla base di questi risultati, al momento dell'autorizzazione non era previsto alcun accumulo di mRNA o nanoparticelle lipidiche negli organi.

Da allora, centinaia di milioni di persone hanno utilizzato i vaccini mRNA contro il COVID-19 in tutto il mondo. Il monitoraggio intensivo della sicurezza dei vaccini COVID-19 non ha rilevato alcun problema di sicurezza legato alla distribuzione di questi vaccini nel corpo umano.

Maggiori informazioni: 
Comirnaty: storia della valutazione
Spikevax: storia della valutazione

Quanto tempo rimane mRNA nel corpo?

Come tutte le molecole di mRNA, lmRNA nei vaccini COVID-19 viene scomposto da meccanismi cellulari e quindi trascorre un tempo relativamente breve nel corpo.

Studi sugli animali condotti a  Comirnaty  hanno rilevato che solo piccole quantit di mRNA raggiungevano i tessuti oltre i linfonodi e i livelli diminuivano nellarco di 6-9 giorni dopo liniezione. 

Pi recentemente, uno studio condotto su persone vaccinate ha suggerito che lmRNA e la proteina spike prodotta vengono rapidamente rimossi dal flusso sanguigno ma possono rimanere pi a lungo nei linfonodi. Questo prevedibile, poich qui che inizia la risposta immunitaria.  

Le aziende che commercializzano i vaccini mRNA contro il COVID-19 stanno effettuando ulteriori  studi sugli animali e in laboratorio per ottenere ulteriori dati su come lmRNA e la proteina Spike vengono distribuiti e scomposti nel corpo. Presenteranno i risultati allEMA per la valutazione. 

Maggiori informazioni:
Cellula: imprinting immunitario, ampiezza del riconoscimento delle varianti
e risposta del centro germinale nellinfezione umana da SARS-CoV-2
e nella vaccinazione

C DNA nei vaccini a mRNA?

L'mRNA in Comirnaty e Spikevax prodotto utilizzando DNA plasmidico .

I plasmidi si trovano naturalmente nelle cellule batteriche. Sono utilizzati come modello per produrre l'mRNA dei vaccini. 

Una volta prodotto l'mRNA, il processo di produzione prevede fasi per scomporre e rimuovere il DNA plasmidico poich non pi necessario. 

Il DNA plasmidico non destinato a far parte dei vaccini finali a mRNA. Tuttavia, possono rimanere quantit molto piccole di frammenti di DNA. 

L'EMA non ha riscontrato alcuna prova che colleghi il DNA residuo agli effetti collaterali .

LEMA ha fissato limiti per il livello di DNA scomposto nei vaccini mRNA. Il processo di produzione attentamente progettato e controllato per garantire livelli sicuri e accettabili e la qualit dei vaccini viene regolarmente controllata. 

LmRNA contenuto nei vaccini pu interferire con il nostro codice genetico (DNA)?

LmRNA utilizzato nei vaccini COVID-19 non interferisce con il nostro codice genetico . Questo perch: 
L'mRNA non entra nel nucleo della cellula dove custodito il nostro DNA, ma utilizza i macchinari della cellula presenti all'esterno del nucleo per produrre proteine, proprio come qualsiasi altro mRNA umano;
L'mRNA, in generale, ha una composizione chimica diversa dal DNA, e questo gli impedisce di integrarsi direttamente in un filamento di DNA.  

Sebbene lmRNA possa essere convertito in DNA, ci pu essere fatto solo con un enzima specifico chiamato trascrittasi inversa , che normalmente non presente nelle cellule umane, n presente nel vaccino. 

Nessun effetto collaterale legato a mutazioni genetiche, come il cancro, stato osservato dopo la vaccinazione con vaccini mRNA.

LmRNA pi corto e degradato pu causare effetti collaterali?

I vaccini mRNA COVID-19 a volte possono contenere molecole di mRNA troncate (pi corte) o modificate . Queste sono considerate impurit e non si prevede che influenzino la sicurezza o l'efficacia . 

Non c' prova che l'mRNA troncato venga tradotto in forme pi corte o modificate della proteina spike .

Le cellule umane hanno diversi processi che garantiscono la corretta produzione delle proteine e impediscono la produzione di proteine pi corte o modificate da mRNA difettoso.  

Nellimprobabile eventualit che venissero prodotte proteine spike pi corte o modificate, non ci si aspetterebbe che possano innescare risposte immunitarie indesiderate . 

Sebbene il rischio di produrre proteine spike pi corte o modificate sia basso, questo rischio continuer a essere monitorato come parte del monitoraggio della sicurezza a lungo termine .

I vaccini a mRNA sono terapie geniche?
Un vaccino contro una malattia infettiva non considerato una terapia genica , poich non mira a ripristinare, correggere o modificare i geni umani. 

Pertanto, i vaccini mRNA COVID-19  non sono considerati terapie geniche.

Invece, i vaccini a mRNA sono classificati e regolamentati come medicinali biotecnologici .

Fonte EMA (Agenzia europea per i medicinali)    03/11/2023

torna alla pagina precedente
torna su